Una vita dedicata interamente alla scrittura quella di Gino Di Tizio, nome tra i più noti del panorama giornalistico editoriale abruzzese con tantissime pubblicazioni alle spalle e la direzione di diverse testate cartacee e televisive.

Mercoledì 9 giugno, alle ore 18, Gino Di Tizio, presenterà nella nostra libreria “Chieti, il fascismo e dopo, tra storia e agiografia” (Edizioni Tabula Fati).

 

Un libro che, come dichiara l’autore, non vuole essere un libro di storia, ma una riflessione su come per anni è stato vissuto il racconto del ventennio fascista in una realtà come quella teatina.
Un racconto parziale e falsato che ci ha impedito di fare davvero i conti con la nostra storia e le responsabilità assunte in quel periodo drammatico. Un esercizio che però è essenziale fare oggi, se davvero si vuole che in futuro non possano più ripetersi forme di prevaricazione di libertà e diritti.
Una confusione tra storia e agiografia che ha condizionato a lungo il nostro cammino dopo la fine della guerra. E’ arrivato il momento di distinguere, è lo scopo che il lavoro di Gino Di Tizio si prefigge.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *